mercoledì 27 marzo, alle ore 21, lo spettacolo dal titolo Predatori e Prede

Andrà in scena stasera, mercoledì 27 marzo al teatro Rasi, Predatori e Prede, lo spettacolo diretto da Eugenio Sideri e Carlo Garavini di Lady Godiva Teatro e svolto in collaborazione con Marco Montanari, nell’ambito del progetto Ravenna contro le mafie, ideato dal Comune. Per il secondo anno consecutivo, tra i ragazzi che prenderanno parte all’evento ci saranno anche gli allievi della Scuola Pescarini di Ravenna. Ibraimi Samel del corso di Meccatronica e Francesco Serluca del corso per Operatore degli Impianti Elettrici, il quale peraltro ha partecipato all’iniziativa anche lo scorso anno, saliranno sul palco accanto agli studenti del Liceo Artistico Nervi Severini e del Liceo Classico Dante Alighieri di Ravenna. Lo spettacolo è organizzato in compartecipazione con l’Assessorato all’Istruzione e con il contributo di Coop Alleanza 3.0.

Predatori e Prede: Ibraimi Samel e Francesco Serluca.
Ibraimi Samel e Francesco Serluca.

L’intento dell’iniziativa è quello di raccontare la profonda negatività del fenomeno mafioso, coinvolgendo i ragazzi nella recitazione. Tra i temi trattati troviamo lo sfruttamento dell’immigrazione, il pagamento del pizzo e il traffico di droga, il cui filo rosso unisce branchi di predatori e di prede in un circolo che provoca il cosiddetto “effetto domino”, ma che talvolta, può riservare dei colpi di scena e spronare chi subisce ad opporsi e a dire “no”.

L’evento, che domani sarà aperto alla cittadinanza, verrà replicato per le scuole secondarie di primo e secondo grado venerdì 29 marzo alle 10, sempre al teatro Rasi e martedì 2 aprile al Teatro Comunale di Cervia, alle ore 10. L’ingresso è gratuito.