Il concerto

Chitarra, mandolino, ocarina di Budrio, clarinetto e contrabbasso si uniranno per portare il pubblico, venerdì 21 giugno alle 21, alla riscoperta delle musiche popolari emiliane. Ad esibirsi, alla ex-cava Marana di Brisighella, sarà il gruppo l’Osteria del Mandolino, vincitore del Premio Imola in Musica 2018 con l’opera Sotto la Magnolia (prodotto da Oderso Rubini e Osteria del Mandolino, 2018, distribuzione Goodfellas). Il concerto è a ingresso libero.

Si tratta di un omaggio a musiche del passato e allo stile musicale “alla Filuzzi” il quale, in particolare fra fine ‘800 e primi anni del ‘900, ha contribuito a cambiare il modo di interpretare musicalmente i balli lisci in tutto il territorio bolognese. Il concerto fa parte della rassegna Recondite Armonie; il prossimo appuntamento è venerdì 28 giugno alle 21 con l’ensemble Tempo Primo, che si esibirà in un concerto dal titolo Il Gatto Nero e La Spada nella Roccia.

 

L’Osteria del Mandolino

 

Osteria del Mandolino

è attiva dal 2015. Il gruppo ha partecipato a varie rassegne musicali e concerti tra cui Corti Chiese e Cortili, Borghi e frazioni in musica, Primo maggio in Piazza Maggiore (con Eugenio Finardi), Sotto le stelle del Cinema (a cura della Cineteca di Bologna, in Piazza Maggiore), Majella etnofestival, (2016); Festival internazionale Ocarina- Budrio (2015-2017), Tramonto divino (rassegna curata dalla Regione Emilia-Romagna, 2017-2018); Le voci del Delta (a cura di Romagna musica, in Disfida Musicale condotta da Arturo Stalteri), Primaveranda, Alla ricerca del Treno di John Cage – a biodiversity landscape (1-2), Infrasuoni (2018).

Il gruppo ha collaborato coi musicisti Marco Marcheselli, Ruggero Passarini, Fausto Carpani, Davide Salvi e con l’attore e burattinaio Riccardo Pazzaglia con cui suona in scena nello spettacolo La ballata dei potenti.