In questo momento di difficoltà e di “stop” forzato, la modalità “a distanza” è uno strumento utile per erogare, quando possibile, la formazione. Per questa ragione, la Scuola Pescarini ha deciso di sperimentare, con un proprio sforzo economico e di manodopera, l’utilizzo di alcuni strumenti utili per favorire la didattica a distanza, ovvero Meet, della piattaforma Gsuite, e Skype. L’adozione di Gsuite è prevista anche da parte delle scuole di musica Sarti, a Faenza, e Rossini, a Cervia, entrambe gestite dalla Pescarini, al fine di garantire il più possibile anche la continuità della formazione musicale.

Mentre le scuole statali, con l’utilizzo del registro elettronico, risultano agevolate nell’usufruire di piattaforme telematiche, per gli enti di formazione è necessario partire da zero per attivare gli strumenti indispensabili per proseguire la didattica. I nostri tecnici hanno quindi lavorato il più velocemente possibile per mettere in azione la piattaforma, con lo scopo di implementare la modalità di formazione a distanza e, nel contempo, uniformare il nostro operato alle misure adottate dal governo in questa situazione di emergenza.

L’esperienza online avrà inizio entro una decina di giorni, con le prime videoconferenze dedicate ai 210 allievi di Ravenna e Faenza dei corsi per operatore meccatronico, operatore degli impianti termoidraulici, operatore degli impianti elettrici e tecnico elettrico, mentre è in fase di valutazione lo svolgimento di videolezioni dedicate ai corsi dell’area socio sanitaria (Oss).