L’evento

Sabato 5 settembre alle 21, in piazza della Molinella a Faenza, si terrà il penultimo concerto della rassegna musicale estiva “In Tempo”, dal titolo “The Latin Itch”. Lo spettacolo è incentrato sulle opere di alcuni importanti compositori della cultura pan-afromericana: Nascimento, Tjader, Schifrin, Gillespie, Gismonti.

Ad esibirsi saranno Daniele Santimone (chitarra), Tiziano Negrello (contrabbasso), Gianluca Berardi (batteria) e Mattia Cappelli (sax).

L’ingresso al concerto è gratuito con offerta libera volontaria destinata alle attività della Scuola Sarti. Si consiglia la prenotazione, con posti preassegnati, scrivendo a info@scuoladimusicasarti.it.

La rassegna musicale “In Tempo” è curata da Donato D’Antonio ed è un’occasione per seguire concerti di musica colta in città ed è propedeutica alla stagione Teatro Masini Musica 2020.

 

 

tamburi adagiati accanto ad una pianta esotica.
le percussioni sono un elemento fondamentale della musica afroamericana.

 

Daniele Santimone

Diplomatosi col massimo dei voti al Berklee College of Music di Boston e al Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo, Daniele Santimone ha collaborato con diversi musicisti di rilievo nel panorama jazzistico nazionale e internazionale tra cui, Giulio Capiozzo, Ares Tavolazzi, Marco Tamburini, Jimmy Owens, Billy Hart, Cameron Brown, Joe Magnarelli, Jesse Davis, Karl Potter, Roberto Gatto, Marcello Tonolo, Pietro Tonolo, Dario Deidda, Fabrizio Bosso e moltissimi altri. Attivo in diversi ambiti stilistici, si è esibito in importanti rassegne musicali a livello internazionale con artisti quali Eumir Deodato, Patrizia Laquidara, Mario Biondi, Ricky Gianco, Jarrod Lawson, Glenn Jones. La sua discografia comprende diversi lavori come sideman, leader e co-leader. E’ docente di Chitarra Jazz presso il Conservatorio “C. Pollini” di Padova e dirige da diversi anni l’ensemble Jazz della Scuola di Musica Comunale “G. Sarti” di Faenza.

Tiziano Negrello

Diplomato in Contrabbasso presso il Conservatorio di Rovigo “F. Venezze” nel 1989, sotto la guida del Maestro Francesco Acocella. Studia in seguito con il Maestro Ludwig Streicher.

Inizia lo studio della Musica Jazz sotto la guida di Tomaso Lama,Claudio Fasoli e Pietro Tonolo. Partecipa ai corsi estivi di Siena Jazz ’96 ottenendo la borsa di studio

Nel ’97 con il Warp trio vince il premio Rotary “Giovani Talenti del Triveneto”.

Partecipa a numerose masterclass tenute da artisti quali John Patitucci, Ares Tavolazzi, Paolo Costa, Massimo Moriconi e molti altri e,come batterista partecipa a masterclass con artisti come Lele Melotti, Vinnie Colaiuta, Max Roach, Ellade Bandini. Come Contrabbassista, Bassista elettrico e Batterista ha la possibilità di spaziare tra molti generi musicali con all’attivo collaborazioni e dischi con artisti italiani e internazionali viaggiando tra la musica classica, il contemporaneo, il jazz, il pop e la ricerca. Dal 2001 è docente di Contrabbasso, Basso elettrico, Batteria jazz, Lettura Ritmica ed è uno dei coordinatori della Big Band della scuola Comunale di Musica “Sarti” di Faenza.

 

Gianluca Berardi

Diplomato in “Strumenti a Percussione” con il massimo dei voti e la Lode presso il Conservatorio di Musica “G. Nicolini”, ha collaborato in qualità di percussionista e timpanista con diversi ensemble quali le Orchestre dell’Arena di Verona, del Teatro Comunale di Bologna, di Padova e del Veneto, del Teatro Regio di Torino e della Rai di Milano.

In qualità di vibrafonista ha avuto collaborazioni con il batterista americano Bob Moses.

Come batterista ha collaborato esibendosi in Italia e all’estero con il quartetto “Claude Bolling” con “A M R Big Band”, con il chitarrista brasiliano Nelson Machado, con la cantante Eloisa Atti ed attualmente collabora con diversi musicisi jazz-pop-rock fra i quali: Alessandro Scala, Michele Francesconi ,Giuseppe Zanca, Mario Accardo, Sonia Davis, Anna Taj e molti altri

Ha partecipato alle registrazioni di diversi lavori discografici, tra cui il cd “Anime Marine” del cantautore Vittorio Bonetti.

Dal 1992 insegna strumenti a percussioni e batteria presso diverse istituzioni tra cui il  Liceo Musicale “E. Pinza” di Ravenna Liceo “Malerbi” di Lugo (Ra) e dal 2005 e’ docente di sttrumenti a percussioni-batteria presso la Scuola di Musica Comunale “G. Sarti” di Faenza e dal 2010 presso il Liceo Musicale “Masini” di Forli’.

 

Mattia Cappelli

Inizia gli studi di sassofono con Gianmaria Randi e successivamente con Emiliano Rodriguez presso la scuola di Musica Comunale “G. Sarti di Faenza; parallelamente allo studio della tradizione classica del sassofono, porta avanti l’interesse per la musica jazz e l’improvvisazione.

Partecipa a numerosi seminari e workshop dove ha l’opportunità di studiare tra gli altri con Marco Tamburini, Achille Succi, Miguel Zenon, Mauro Negri, Jim Snidero, Palle Daniellson, Michael Blake, Pietro Tonolo, Sandro Satta, Dave Liebman.

Negli anni collabora con svariate formazioni funk, jazz, r’n’b, latin e fusion, e in alcune big band tra le quali Bidibop Big Band e Sarti Jazz Art Ensemble Partecipa alle registrazioni del disco dei Couture Chic “Velvet Bossa” con Massimo Greco e Alessandro Garofalo, prodotto da Riccardo Rinaldi, con il quale collabora per altre sessioni di registrazione di dischi House. Nel 2013 collabora con Manuel Buda e Giulio Nenna nel disco “Cielo e Terra”. Nel 2017 registra fiati e vocoder nel disco Space Prayer col progetto “DOC CAN DANCE” di Michele Martini.